Ama il prossimo. Opera rock di Agnese Ginocchio per don Diana

Ama il prossimo. Opera rock di Agnese Ginocchio per don Diana

(Comunicato stampa) – “AMA il Prossimo” (Per amore del mio popolo…). L’ Opera rock della cantautrice per la Pace, Agnese Ginocchio dedicata a don Peppe Diana,  Martire per la Libertà, Testimone di Pace, per il 30° anniversario.

La prima parte del brano fu composta per il 10° anniversario (anno 2004, di cui una parte fu presentata, eseguita con voce e chitarra, durante la veglia nel 10° anniversario a Casal di Principe), e completato e pubblicata per il 30° anniversario (19 Marzo anno 2024). Arrangiamento (chitarre, tammorra e strumenti dal vivo) M° Niki Saggiomo. di Napoli. Un’ “Opera rock“ per don Diana che si sviluppa su tre ritmi: 1° parte: sulle note lente della chitarra parte l’introduzione del brano, inizia con una parte del messaggio di Don Peppe Diana tratto dal documento “Per Amore del mio popolo” diffuso nel Natale dell’anno 1991 in tutte le chiese di Casal di Principe e della zona aversana da Don Peppe Diana e dai parroci della forania di Casal di Principe.

“Assistiamo impotenti al dolore di tante famiglie che vedono i loro figli finire miseramente vittime o mandanti delle organizzazioni della camorra. Coscienti che “dobbiamo educare con la parola e la testimonianza di vita alla prima beatitudine del Vangelo che è la povertà, come distacco da ogni ambiguo compromesso…Il nostro impegno profetico di denuncia non deve e non può venire meno”…

Quindi la 2° parte (prima della strofa, si ripete lo stesso ritmo anche nella seconda parte della seconda strofa)

Sulle note incalzanti, impetuose e ritmate della tammorra, la voce recita un messaggio confuso che evoca alla guerra, al crimine, alla malavita, alla morte, che aizza a colpire il proprio fratello e a compiere ogni sorte di male nel nome del potere; Con questo messaggio ( che si contrappone al messaggio inziale e a quello che segue della strofa) l’autrice del brano spiega il volto del camorrista che vive in uno stato d’animo confuso, di irrequietezza, uno stato di guerra e di morte interiore. L’uomo che sceglie nel suo libero arbitrio, di seguire questa strada, che si rende protagonista di azioni vili, che sceglie di perseguire la strada della violenza, del crimine, dell’omertà e dell’indifferenza, l’uomo che estorce, ricatta, usura in cambio di profitti, diventa strumento del male, infrangendo il disegno del creatore, che invece è quello di essere costruttori di Pace.

Ricollegandosi al passo del Vangelo Secondo Marco (8:36-37) che recita:

“Che giova all’uomo se guadagna tutto il mondo se poi perde la propria anima ?”

3° parte

Il ritmo impetuoso si ferma, inizia la melodia vera e propria del brano. Il testo che si ascolta si contrappone alle parole precedenti diventando segno di contraddizione e messaggio di Pace, che richiama i passaggi salienti del documento di don Peppe Diana. L’azione contraria al male è l’azione di Pace che si applica con la pratica dei valori fondanti della Nonviolenza,  il perdono, la riconciliazione; l’anima della Nonviolenza è l’Amore.

“Segno di contraddizione e di condanna per chi invece pratica la violenza”.

La melodia e l’ arrangiamento è un continuo crescendo e culmina nel crescendo del finale, apice di tutto il documento “Per Amore del mio popolo…” con la frase “Ama il prossimo!” e i due incisi: “Come te stesso!” e “AMA!”

Poichè solo nell’amare non si può che desiderare il bene dell’altro, e se si ama non si può ferire il prossimo, non si può desiderare il male, non si può uccidere il proprio fratello.

“Amerai il prossimo tuo come te stesso”(Mc 12,29-31) . Non c’è altro comandamento più importante di questo, ricorda Cristo profeta di Pace.

La Pace, la Giustizia, la Libertà sono contrari a ogni forma di violenza e di guerra.

“Con questa frase che da’ il titolo a questo Poema d’Amore, l’autrice intende ricordare e rendere omaggio a questo grande Testimone di Pace e Martire per la Libertà, la Giustizia e la Verità, nel 30° anniversario del suo martirio”.

 Notizie inerenti le scene del video che accompagna il brano: “Si ringrazia il prof. Emilio Diana, fratello di don Peppe, per averci accompagnati nel giorno del Venerdi Santo (anno 2024) sul luogo del giaciglio terreno di don Peppe, dove sull’altare è stato deposto il testo di questo brano e dove è stata portata ed accesa la “Fiaccola della Pace” in memoria di Don Peppe e a seguire sul luogo dove è stata eretta la statua inaugurata per il 30° anniversario. Nello stesso giorno la “Bandiera della Nonviolenza” è stata portata e deposta sul luogo del Martirio, presso la Sagrestia della Chiesa di S. Nicola, dove vi è esposto anche il documento originale “Per Amore del mio Popolo” . Si ringraziano inoltre le “Scuole di Pace”( aderenti  alla mobilitazione della Fiaccola della Pace) IC “M. De Mare” di San Cipriano D’Aversa (Preside Antonella Cerrito), IC “Garibaldi” di Castel Volturno  Preside Elisabetta Corvino), ICAS “Francolise” (IC “Carinola-Falciano”, Preside Giuseppina Zannini) e altre scuole (leggere didascalia nei titoli di coda del video) per la realizzazione di alcune scene inserite nel video.

Nelle scene che compongono il video compare anche mons. Raffaele Nogaro vescovo di Caserta e amico di don Peppe Diana, alcune scene tratte dalle ultime manifestazioni delle Fiaccola della Pace, dove è stato messo a dimora l’Albero della Pace dedicato anche a don Diana per il 30° anniversario.

Per la didascalia completa del video che accompagna il brano collegarsi al link sulla pagina fb: https://www.facebook.com/agneseperlapace/videos/448968190956374

 Il video che accompagna il brano si può visualizzare anche su youtube a questo link: https://youtu.be/cJdeTxfe8bI

About author

You might also like

Primo piano

Scuola Futura fa tappa a Caserta, il Quercia tra i 350 istituti

(Comunicato stampa) – Anche il Liceo ” Federico Quercia” , di cui e’ Dirigente Scolastico il Dott Diamante Marotta, ha partecipato alla Cerimonia di apertura di Scuola Futura, il campus

Primo piano

Distretto Aerospaziale. Luigi Carrino riconfermato al vertice

Comunicato stampa -Il Professore Luigi Carrino è stato riconfermato alla presidenza del Distretto Aerospaziale Campano (DAC). Il nuovo consiglio di amministrazione è espressione dei settori industriali differenti che operano nel

Editoriale

4 luglio, Independence Day. Quattro amici casertani al bar

Augusto Ferraiuolo* – Quando si avvicina il 4 di luglio ancora mi capita di fermarmi a riflettere un attimo su una serie di impliciti che sono – per me –