Assalto alla Reggia, 23mila i turisti nei giorni di Ferragosto

Assalto alla Reggia, 23mila i turisti nei giorni di Ferragosto

Luigi Fusco

-Nonostante il caldo che ha infiammato la settimana di ferragosto, alla Reggia di Caserta sono accorsi migliaia di visitatori, la cui presenza ha confermato, ancora una volta, il suo ruolo di grande attrattore.
Tra il 9 e il 16 agosto sono state oltre 23mila le persone che si sono recate in visita presso il complesso vanvitelliano, per conoscere e vedere da vicino gli appartamenti storici, i giardini e le loro suggestioni prospettiche e naturali e l’inedito allestimento della collezione d’arte contemporanea Terrae Motus.
La direzione del Museo ha profuso grande impegno nell’organizzazione dei servizi di accoglienza e sicurezza, anche in merito alle nuove disposizioni dettate dall’emergenza epidemiologica e dalla recente normativa approntata in materia di contrasto alla diffusione del Covid-19.
Le attività sono state, inoltre, concertate in maniera adeguata, anche perché si è tenuto conto della carenza di personale che si è amplificata durante il periodo di ferie.
I numeri degli ingressi degli ultimi giorni, insieme al livello di gradimento espresso dai visitatori che hanno aderito alla campagna di customer satisfaction già avviata nel mese di luglio, hanno dato merito alla dedizione dei tanti lavoratori del Ministero della Cultura, di Ales e dei concessionari della società Opere che, con i volontari del Nucleo Reggia Carabinieri, hanno accolto un ampio pubblico.

Il sistema di tracciamento degli ingressi, per fascia oraria e tipologia di biglietto, attivato per evitare assembramenti all’interno del palazzo, ha consentito lo svolgimento di un’analisi più dettagliata dei flussi.
Questo nuovo meccanismo permetterà all’Istituto del MiC di ampliare e migliorare l’offerta museale, anche in rapporto ai servizi disponibili, con l’obiettivo di perfezionare e incrementare gli standard di qualità.
Nello specifico, nella settimana di apertura dal 9 al 16 agosto, la maggioranza del pubblico ha deciso di visitare sia gli Appartamenti Reali sia il Parco Reale, con un dato pari al 58%.
Le stanze reali, lungo le quali è possibile vedere anche le opere della Terraemotus, hanno affascinato adulti e bambini.
Tante sono stati i nuclei familiari che nella settimana di Ferragosto hanno optato per la Reggia e in molti hanno anche apprezzato la nuova audioguida per i più piccoli, con protagonisti d’eccezione Carlo di Borbone e Menino.
Il 18% del pubblico ha, invece, acquistato il biglietto per il solo Parco Reale, anche in virtù del contingentamento numerico dei ticket per gli Appartamenti Reali che sono stati esauriti in molte fasce orarie. Grande successo ha riscosso pure il titolo di accesso “Serale Appartamenti”, in vendita al costo di 3 euro, a partire dalle 17. 00, per la visita alle sale dei Borbone.
Per l’apertura straordinaria degli Appartamenti Reali del 13 agosto, con la “Notte delle Regine”, sono stati, infine, registrati oltre 2300 accessi, effettuati in totale sicurezza grazie all’organizzazione dei flussi in entrata e uscita.
“E’ stata una settimana complessa – ha affermato il direttore generale Tiziana Maffei – l’interesse per il Museo Reggia di Caserta è altissimo e gestire flussi così importanti, garantendo la sicurezza delle persone, anche in relazione alle nuove misure di prevenzione del contagio da Covid 19, e del patrimonio è una sfida impegnativa. Abbiamo anche promosso, attraverso le migliaia di mappe distribuite e una rubrica sui nostri social, la conoscenza del territorio al fine di condividere il pubblico della Reggia con il circondario”.
La stessa Maffei ha, inoltre, ringraziato “tutto il personale della Reggia, quello dei servizi in concessione e i volontari dell’associazione carabinieri per l’impegno profuso”, sottolineando che “c’è ancora tanto da fare ma la strada è tracciata […] per rendere l’esperienza di visita sempre più piacevole e interessante, in linea con quella degli altri grandi musei internazionali”.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1076 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Attualità

Regina Viarum, firmata a Roma la candidatura Unesco

Luigi Fusco -Si è svolta a Roma la cerimonia per la firma del protocollo che promuove la candidatura dell’Appia a Patrimonio Immateriale dell’UNESCO. La Regina Viarum, realizzata nel 312 a.C.

Primo piano

Alessandro Preziosi all’Anfiteatro Campano per la Fondazione Diana

“Sarà la mia prima volta all’Anfiteatro Campano e non vedo l’ora. L’opera non è stata scelta a caso ma con l’auspicio che – partendo proprio da una realtà come quella