C’è OpenCoesione nel Casertano, protagonista è Agrorinasce

C’è OpenCoesione nel Casertano, protagonista è Agrorinasce

Pietro Battarra

Gruppo Scuola ITS G. Carli Casal di Principe– Coinvolge le scuole del territorio il progetto che Agrorinasce sta portando avanti e che vede affrontare diverse tematiche. Dalle politiche di coesione sociale ai finanziamenti europei, ai progetti di valorizzazione di beni confiscati alla camorra e monitoraggio civico delle attività svolte nei beni confiscati. Il progetto vede coinvolti il Liceo Scientifico “E. G. Segrè” di San Cipriano d’Aversa e l’I.T.S. “G. Carli” di Casal di Principe. Prevede anche la partecipazione al concorso A Scuola di OpenCoesione, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. I partner del progetto sono l’Agenzia per la Coesione Territoriale e l’Ufficio Europe Direct di Caserta.

“Si tratta – dichiara soddisfatto Giovanni Allucci, amministratore delegato Agrorinasce – di un progetto innovativo nel panorama nazionale. Insieme al Liceo Scientifico di San Cipriano d’Aversa e all’ITS di Casal di Principe, Agrorinasce realizzerà il primo sito internet di monitoraggio civico e territoriale sulle attività che vengono svolte nei tanti beni confiscati alla camorra amministrati da Agrorinasce. Saranno gli stessi studenti dei due Istituti ad essere gli intervistatori, i giornalisti che scriveranno di ciò che vedranno e aggiorneranno il sito per tutte le attività che verranno realizzate nei beni confiscati alla camorra. Si tratta indubbiamente di una grande opportunità formativa e di preparazione al mondo del lavoro per tutti gli studenti che parteciperanno”.

Grande soddisfazione per l’approvazione del progetto OpenCoesione è stata espressa dai dirigenti scolastici dei due Istituti, Rosa Lastoria del Liceo Scientifico ‘E. Segrè’ di San Cipriano d’Aversa e Concetta Cosentino dell’ITS ‘G. Carli’ di Casal di Principe. Il progetto OpenCoesione prevede la realizzazione da parte degli studenti di attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici dell’UE, attraverso l’impiego di innovative tecnologie di informazione, comunicazione e data journalism, lo sviluppo di competenze digitali e l’uso dei dati in formato aperto, Open Data.

In questo modo gli studenti possono sviluppare le proprie conoscenze, con l’ausilio di tecniche informatiche, statistiche e giornalistiche, sulle politiche pubbliche, le politiche di coesione e i finanziamenti pubblici.

Il database di OpenCoesione, gestito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, include tutti i progetti finanziati dall’Unione Europea in Italia e nel Mezzogiorno, inclusi quelli realizzati da Agrorinasce nei Comuni soci.

“Nel data base di OpenCoesione – continua Giovanni Allucci – siamo gli unici soggetti pubblici, ad eccezione di qualche istituto scolastico del territorio, che hanno utilizzato finanziamenti europei nei Comuni di Casal di Principe, Casapesenna e S. Maria La Fossa nel periodo 2007-2013. A dimostrazione delle competenze e esperienze accumulate in quasi venti anni di attività e tre programmazione comunitarie durante le quali non abbiamo mai fallito un progetto’.

Il sito internet di monitoraggio civico delle iniziative realizzate sui beni confiscati alla camorra è in corso di realizzazione e sarà operativo nel mese di gennaio. Seguendo le indicazioni del programma ‘Open Coesione, gli interventi che rientrano nelle attività di monitoraggio civico sono stati distinti in due categorie: 1) gli interventi che rientrano in ‘agricoltura, ambiente e territorio’ saranno seguiti dagli studenti dell’ITS ‘G. Carli’; 2) gli interventi che rientrano nei temi di ‘inclusione sociale, cultura e formazione’, saranno seguiti dagli studenti del Liceo Scientifico di San Cipriano d’Aversa.

Durante le visite di monitoraggio civico, gli studenti avranno la collaborazione dei Sindaci dei Comuni soci di Agrorinasce e delle cooperative sociali e associazioni che gestiscono i beni confiscati alla camorra e ai quali gli studenti faranno interviste e chiederanno informazioni in merito alle attività che svolgono.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7516 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Incontro Maffei – Raimondo, forte legame Reggia-mozzarella

Claudio Sacco  – “Ringrazio il direttore Maffei per la sensibilità mostrata e la grande disponibilità. La sua preparazione e il suo entusiasmo sono il miglior viatico per la Reggia e per Caserta. Noi

Comunicati 0 Comments

Il sogno reale dei Borbone, Iaia Forte al Campania Teatro Fest

Sono tutte prime assolute quelle in scena giovedì prima luglio al Campania Teatro Festival, diretto per il quinto anno consecutivo da Ruggero Cappuccio e organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival,

Attualità 0 Comments

Benessere giovani, la Regione punta alla cultura d’impresa

Parte con avviso pubblico “Benessere Giovani – Organizziamoci”, la linea di intervento della Regione Campania che mira a sensibilizzare ed accompagnare i giovani dai 16 ai 35 anni alla cultura

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply