Reggia. Inaugurata “Beyond”, la mostra di Michael Biberstein

Reggia. Inaugurata “Beyond”, la mostra di Michael Biberstein

Redazione

-«Beyond» è il titolo della mostra personale dedicata a Michael Biberstein inaugurata alla Reggia di Caserta. Una mostra immersiva dove ad essere protagonista è l’enigma della percezione. Con il direttore della Reggia Tiziana Maffei, la curatrice Marina Guida, il gallerista Giorgio Persano e la vedova dell’artista. L’esposizione sarà aperta al pubblico fino al 5 giugno negli Appartamenti della Regina. La visita è inclusa nel costo ordinario del biglietto di ingresso/abbonamento al Museo. La mostra, organizzata in collaborazione con la Galleria Giorgio Persano di Torino, è stata selezionata dal Comitato scientifico del Museo attraverso il bando di valorizzazione partecipata del primo semestre 2023 della Reggia di Caserta. Il bando è uno strumento di condivisione, sperimentazione, creazione e innovazione di contenuti culturali. Istituti di ricerca, università, centri di formazione, operatori culturali, cooperative, fondazioni, associazioni di volontariato e di promozione sociale, raggruppamenti di associazioni e altri soggetti senza scopo di lucro hanno la possibilità di presentare proposte che prevedano attività di fruizione culturale e valorizzazione fisica o virtuale del patrimonio, momenti di aggregazione, utilizzo di espressioni artistiche e creative all’interno del Palazzo reale, nel Parco o all’Acquedotto carolino.

Le grandi tele appositamente scelte per l’occasione, non a caso presentate in un sito monumentale così carico di simbologia e spiritualità, rimandano a luoghi onirici, stranianti ed eterei che sembrano emergere da una fitta nebbia, alimentando contrasti fra toni caldi e toni freddi, ottenuti per graduali diluizioni della densità della materia pittorica.

Mettendo in scena paesaggi mentali, spazi atmosferici, elementi monocromi, spiragli di luce e rari accenni di colore simili a vortici, Beyond ci spinge ad attraversare le superfici dei dipinti nel tentativo di cogliere quanto si pone dietro a ciò che emerge come un cielo uggioso, cupo, ma al contempo intriso di un’atmosfera elettrica, un’energia luminosa in potenza, generatrice di attrazione e sgomento, di fascino ipnotico, che accarezza, ammalia, ma è pronta a divampare e, per questo, renderci inquieti.

Come sottolinea la curatrice Marina Guida nel testo critico che accompagna l’esposizione: “È un processo creativo innestato sulla capacità di sottrazione dell’orpello visivo quello di Biberstein, che mira all’essenza del concetto mediante un attento lavoro di azzeramento dell’elemento inessenziale, sia esso iconico o mentale.

L’artista sceglie di sottrarre, piuttosto che aggiungere. Sottrae, nei suoi lavori, la ricerca della forma, del tratteggio, del contorno, sottrae la figura, la narrazione. Siamo di fronte al grado zero di una pittura radicale di matrice analitica, che si rivela lentamente, per velature, quasi a richiamare il carattere mistico e meditativo della pittura Sumi-e”.

About author

You might also like

Primo piano

Gli Spagnoli a Napoli, la mostra sul Rinascimento meridionale

Luigi Fusco -Gli Spagnoli a Napoli. Il Rinascimento meridionale, è il titolo della mostra inaugurata lunedì 13 marzo alMuseo di Capodimonte a Napoli. Gli storici dell’arte Riccardo Naldi, dell’università “L’Orientale”

Primo piano

San Sebastiano. Lagnese: “Che Caserta sia a misura d’uomo!”

Tiziana Barrella – Nella giornata in cui si celebra San Sebastiano, compatrono della città di Caserta, la polizia municipale festeggia il suo protettore. Stamattina la messa presso la cattedrale di

Comunicati

Teatro di San Carlo, torna il tradizionale Concerto di Natale

-Sabato 18 dicembre alle 19 al Teatro di San Carlo torna il tradizionale Concerto di Natale in occasione delle imminenti festività natalizie.Juraj Valčuha, dirigerà Orchestra e Coro del Massimo napoletano